Notte della Taranta 2014!

Dopo la Tarantella del Gargano con il nostro Zi Carl per par condicio non potevo non parlare della Pizzica del Salento. E per non riportarvi notizie false sono andata a verificare di persona!

20140823_182613

Evento imperdibile per gli amanti della musica popolare salentina è la “Notte della Taranta”. Da 17 anni il piccolo comune di Melpignano, in provincia di Lecce, si trasforma in una pista da ballo a cielo aperto. E da tranquillo paesino di campagna diventa la “Woodstock della taranta” (come l’ha definito un mio amico).

20140823_180917

Circa 150 mila “pizzicati”, tra cui c’ero anche io, si sono dati appuntamento quest’anno il 23 agosto 2014 nella piazza dell’ex convento degli Agostiniani per il concertone finale e per ballare dal pomeriggio fino a notte fonda.

20140823_191707

Un festival itinerante che inizia nei primi giorni di agosto, tocca circa quindici paesi del Salento per poi concludersi appunto a Melpignano con un grande concerto finale.

20140823_205158

In tenda, in camper, in treno, con il pullman o in macchina, il popolo dei pizzicati comincia a radunarsi fin dal giorno prima. Ma è quando scende il tramonto che gambe e braccia cominciano a saltare al suono di questa stupenda musica.

Notte della Taranta

Una musica popolare che ha radici antiche ma che attraversa tutte le generazioni. E quello che colpisce di più è che sul palco si alternano coppie che sono insieme da 73 anni e che ancora ballano insieme ma anche cantautori emergenti. Il vero protagonista resta comunque il pubblico. Anche questo senza età. Dai bambini alle persone più anziane nessuno riesce a resistere a questo ritmo travolgente.

Notte della Taranta

“Una musica di scambio, una musica di battaglia, di lotta, di pensiero e di amore. Un esempio di musica che passa per tradizione e che vive per sempre”. Così l’ha definita Roberto Vecchioni che ha portato sul palco una versione in griko della sua celebre Samarcanda. Con lui si sono alternati Antonella Ruggiero e Alessandro Mannarino, ma anche Bombino e Avi Avital accompagnati dall’orchestra popolare e dal maestro concertatore Giovanni Sollima.

Notte della Taranta

E’ quasi impossibile descrivere le sensazioni e le emozioni che si provano mentre questo fiume di persone balla al ritmo travolgente della musica. E quando arrivano le ultime note sai già che quello non sarà un addio ma solo un arrivederci! Ci vediamo l’anno prossimo per festeggiare la maggiore età! 😉

Valeria