Bergamo: cosa vedere in un giorno

Tutti i terroni almeno una volta si saranno sentiti dire: “Ma di dove sei di Bergamo alta?” in riferimento all’accento che non passa proprio inosservato (né il nostro né il loro). E io questa volta rispondo “No non sono di Bergamo alta ma ci sono stata e devo dire che mi è piaciuta anche un bel po’”.

1

La città si divide appunto nella parte alta, la parte più storica e quella bassa invece più moderna e vero cuore della città.

La parte alta è raggiungibile attraverso una funicolare che in breve tempo vi porterà in cima alla città. La parte alta conserva la vecchia cinta muraria ancora perfettamente intatta e ben visibile da basso.

Ma cosa vedere una volta in alto? Ecco una piccola guida per chi è in città almeno un giorno.

1. Piazza Vecchia e Torre Civica

 

 

2

3

Il centro di Bergamo alta è la Piazza Vecchia, dove domina il “Campanone” da dove poter ammirare dall’alto tutta la città. Le Courbusier definì questa piazza “Perfetta da n on dover più toccare una pietra”. Vedere per credere.

2. Basilica S. Maria Maggiore

4

Alle spalle di Piazza Vecchia si trova la Basilica di Santa Maria Maggiore dove è possibile ammirare le pale del lotto e la tomba di Donizetti.

3. Cappella Colleoni

 

5

Basta spostarsi di poco per entrare nella cappella dedicata a questo condottiero. Da non dimenticare: cercare sulla cancellata il suo stemma con i tre testicoli. Sfregateli. Pare che porti fortuna.

4. Mure e Porte Veneziane

 

6

Bergamo, la città che non fu mai espugnata ha 6 chilometri di perimetro e 4 maestose porte d’entrata. Sfido i più allentai a percorrerli tutti.

5. Castello di San Virgilio

 

7

Quelli che amano raggiungere vette sempre più alte non devono perdersi invece il Castello di San Virgilio (faticoso da raggiungere se non si sceglie la funicolare) con un panorama sulle montagne circostanti che ripaga di tutta la fatica fatta.

6. Museo Donizetti e Casa Natale

Chi invece vuole “allenare lo spirito piuttosto che il fisico” non può perdersi il Museo e la Casa Natale del famoso genio dell’opera lirica Donizetti.

E se ancora non siete stanchi non dimenticate di fare una passeggiata in via XX settembre, la strada dei negozi e dello shopping, ultima tappa di una giornata (da terrona) bergamasca.

Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*