Bordeaux: la patria del vino!

Ci sono dei posti in cui capiti un po’ per caso, un po’ perché spinto da motivi non proprio turistici. Andare a “visitare” (come dice lei) un’amica che studia in Francia mi è sembrato un buon motivo per conoscere una nuova città della Francia: Bordeaux!
Il secondo motivo, devo dire la verità, era per bere del buon vino (ma l’amica non lo sa, o forse lo sospettava)!

L’accoglienza è delle migliori. La mia amica insieme al Pain au chocolat mi danno il benvenuto nella cittadina francese! Dopo le chiacchiere facciamo un rapido giro della città, ma davvero rapido, perché dopo mi aspetta l’aperitivo con vero champagne francese offerto dalla proprietaria di casa di Fiorella, la mia amica!
Lo sapevo che questo posto mi sarebbe piaciuto!
Cerchiamo di chiacchierare un po’ in francese e dopo un paio di bicchieri sembra quasi che la pronuncia migliori sorso dopo sorso! Ma forse, anzi sono convinta, che fosse tutto merito delle bollicine!

Il giorno seguente però ci mettiamo in modalità viaggiatori: guida=turista e partiamo alla scoperta della città!
Il giro inizia da Place de la Victorie, una delle principali piazze della città dove campeggia la Porte d’Aquitaine e ha sede l’università di Bordeaux. Da questa piazza inizia il corso principale della città. A dire la verità non seguiamo un percorso ben preciso ma ci addentriamo per varie viuzze che sono poi quelle più caratteristiche!

IMG_1750

Arriviamo al Gran teatro, un grande teatro all’italiana, edificato su Piazza della Commedia, antico foro romano. Consiglio di visitarlo la sera quando è tutto illuminato e sulle gradinate si trovano tantissimi ragazzi. Di fronte c’è anche il Grand Hotel! Inaccessibile, almeno per me, ma davvero monumentale!

IMG_1767

La cattedrale di Sant’Andrea, la chiesa di Notre Dame e la Basilica di San Michele sono solo alcune delle costruzioni religiose che potete visitare in questa città!

IMG_1781

La cultura si sa mette fame e allora ne approfittiamo per fermarci un attimo e per mangiare una tipica “galette bretonnes” cioè una crepes salata alla bretone. Diversamente da come siamo abituati a mangiarla in Italia, questa crepes è ripiegata su quattro lati (farciti) e nel mezzo presenta uovo e formaggio! Se ci volevamo tenere leggere abbiamo proprio sbagliato piatto! Sazie e appesantite continuiamo la nostra visita.

IMG_1775

Prossima tappa è la piazza della Borsa. Questa piazza fu distrutta in occasione della Rivoluzione francese, dopo di che ha avuto diversi nomi: piazza Reale, piazza della Libertà, piazza Imperiale, di nuovo piazza Reale e infine piazza della Borsa. Vicino alla piazza è  situata la Porta Cailhau costruita in occasione della vittoria del re Carlo VIII nella battaglia di Fornovo nel 1495.

IMG_1797

La vera sorpresa del viaggio è stata la piccola cittadina di Saint Emilion. Poco distante da Bordeaux, è un piccolo gioiellino incastonato tra i vigneti.  Il paese, piccolo e raccolto, è compreso nella lista del patrimonio dell’umanità e conserva una chiesa monolitica e un’altra chiesa romanica. Quello che colpisce di più è che il paese sembra essersi fermato nel tempo! In giro ci sono tantissime cantine dove poter assaggiare dell’ottimo vino!
Avendo un po’ di tempo a disposizione ci sono anche dei tour organizzati nei vari vigneti della zona.

Qui non poteva mancare una fetta di quiche e una deliziosa tarte tatin, la torta di mele capovolta tipica della Francia in cui le mele sono caramellate in burro e zucchero prima della cottura della torta stessa. Per non creare invidia non dirò quanto fosse deliziosa ma mi limiterò a dire che era accompagnata anche da gelato alla vaniglia!
…E ovviamente non poteva mancare un ottimo bicchiere di vino!

IMG_1783_modificata

Inutile dire che il week-end, tra un bicchiere di vino, crepes, formaggi e altre prelibatezze varie è passato davvero nel migliore dei modi!
Bordeaux è stata davvero una di quelle città che non ti aspetti, dove sono arrivata un po’ per caso, ma in cui non vedo l’ora di ritornare!

Valeria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*