Ospiti di Eutyches. Chi? [Instameet Rimini]

Per un sabato sera alternativo, Eutyches ha messo ha disposizione degli @igersrimini la propria domus per un aperitivo a base dei prodotti della Strada dei Vini di Rimini.

Da buon italiano, Eutyches ci ha invitato a visitare le sue stanze: il giardino, la camera da pranzo, la zona notte, la sala operatoria e l’area di sepoltura.

Lo trovate macabro?

Ma nooooo!

#OspitidiEutyches è stato il tema dell’instameet promosso da @igersrimini.
Un incontro tra gli smanettoni dell’app Instagram, area di Rimini, all’interno della cornice – ricca di storie – della Domus del Chirurgo.

instameet rimini domus del chirurgo

La Domus del Chirurgo. [Storia]

La visita, tra i 700 mq di scavi, è cominciata dai resti  del II secolo d.C. della Domus del Chirurgo, distrutta da un incendio.

domus del chirugo rimini

Marina, la nostra guida, ci ha spiegato che la casa era su due piani e al suo ingresso aveva un disimpegno che conduceva a un corridoio. Da un lato si apriva un cortile interno, dall’altro le varie stanze: la sala da pranzo, una camera da letto e due stanze di soggiorno. Una di queste era l’ambulatorio dove Eutyches visitava i suoi pazienti e, a volte, li ricoverava.
Gli arredi e le decorazioni della Domus – soprattutto i mosaici – testimoniano il gusto greco del padrone di casa, un uomo raffinato e colto, oltre che molto ricco. 

mosaico casa del chirurgo rimini

Gli scavi hanno portato alla luce anche tracce di un grande sepolcreto sottostante che evidenziano una notevole stratificazione storica.

loculo domus del chirugo rimini

Di notevole importanza è la collezione di ben 150 strumenti chirurgici, conservati all’interno del Museo di Rimini.
Per lo più si tratta di strumenti per traumi ossei e ferite.
La collezione racchiude un pezzo unico al mondo, il Cucchiaio di Diocle, uno strumento usato per estrarre le punte di freccia dalla carne. 

strumenti domus del chirurgo rimini

L’aperitivo. [Non solo storia]

Quale poteva essere la degna conclusione di un instameet se non un aperitivo conviviale a base di alcuni dei migliori prodotti del riminese?

aperitivo strada dei vini rimini

Il banchetto, a base dei prodotti della Strada dei Vini di Rimini, ci ha permesso di assaggiare lo squisito (non trovo altri aggettivi, ma posso assicurare che le parole non rendono) salame di mora romagnola prodotto da Marco Migani, l’olio di Paganelli, e i patè di olive e carciofi da spalmare sul pane toscano.
Prelibatezze locali che sono state abbinate a tre tipologie di vini: Luis dell’azienda Podere dell’Angelo, Eutyches (sarà stato un caso?) di Terre di Fiume e Rebola di Torre del Poggio.

Antonietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*