Dormire nella storia: la Suite Mussolini nel Grand Hotel di Castrocaro

Te lo confesso, anche se un po’ me ne vergogno, sono andata contro la mia fede politica a favore del mio amore per la storia.

Con l’ascensore, sono salita fino al terzo piano del Grand Hotel di Castrocaro. Le sue porte si sono aperte direttamente sulla Suite Mussolini, dove il Duce soggiornò in più di un’occasione. E dove ha ospitato personaggi come il maresciallo Graziani, i generali Rimmel, Kesserling, Anders e il 34° presidente degli Stati Uniti – Eisenhower. 

All’interno dell’ascensore – quando la receptionist, inserendo la chiave magica che permette l’ingresso diretto alla suite,  mi ha svelato che la mini abitazione del Benito nazional-popolare del Ventennio Fascista si trovava al piano terzo, mi è balenata nella testa una domanda: “sarà stato un caso che la sua camera fosse  stata situata proprio al piano 3?”

Beh che il  Dux avesse manie di grandezze è un fatto noto. (un po’ lo capisco, noi piccoli di statura non sempre veniamo visti. . . letteralmente!).

In numerologia il 3 è considerato il numero perfetto ed è associato – oltre che alla Trinità – a Giove, la divinità romana che rappresenta l’autorità e il senso del dovere alla sua massima espressione.

. . . ma, dicevamo, solo inserendo una chiave all’interno dell’ascensore si può accedere alla Suite Mussolini.

Le porte dell’ascensore si aprono direttamente sul salottino.
Ed ecco l’effetto boom: entra in azione il teletrasporto e vieni immediatamente portato indietro nella storia, in un’atmosfera carica di suggestione a metà tra stile Liberty e Art Déco.

Suite Mussolini-Grand Hotel- Castrocaro (1)

Degli arredi dell’epoca resta ben poco, perché – durante la Seconda Guerra Mondiale – l’hotel fu trasformato in un ospedale di primo soccorso.

Dal salottino, un lungo corridoio ti porta a due camere da letto. La seconda, più piccolina, è la stanza dove Mussolini – al contrario di quanto detto dalla propaganda che lo voleva a letto per non più di cinque ore –  dormiva in solitudine minimo 9 ore per notte.

Continuando, il corridoio ti accompagna al bagno e termina in una grande stanza armadio.

Appese, ovunque lungo le pareti, le foto della fine degli anni Trenta che ritraggono il Duce durante le sue visite ufficiali.

Suite Mussolini-Grand Hotel- Castrocaro (2)

Diversamente non potrebbe essere poiché, il progetto  della Città Termale fu voluto proprio da Benito Mussolini nel 1936.
Il disegno prevedeva la costruzione di tre edifici fondamentali: lo Stabilimento Balneare, il Grande Albergo e il Padiglione dei Divertimenti.
La realizzazione fu affidata all’ingegnere Diego Corsani che, a sua volta, si avvalse della consulenza artistica di Tito Chini

Lo Stabilimento Termale fu inaugurato 79 anni fa,  il 1° giugno 1938.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*