Cosa vedere a Sofia, le cose da non perdere

Quello che salta subito all’occhio della bellissima città di Sofia, la capitale della Bulgaria, è la caratteristica di essere un luogo che offre un ampio respiro e spazi immensi e ariosi che danno una sensazione di libertà, nonostante questo luogo sia comunque circondato da enormi palazzi, svariati hotel e numerosi locali di ogni tipo.

Ecco quindi che Sofia appare come una città a misura d’uomo, vivibile e godibile fino in fondo, e mai troppo sommersa dal caos urbano, pur essendo vissuta e visitata costantemente da migliaia di turisti ogni anno.

Ad un primo sguardo questa città potrebbe dare l’idea di essere un po’ austera, specialmente per via dei suoi enormi edifici, ma in realtà essa nasconde un lato elegante, delicato e soprattutto semplice, che cattura e conquista il cuore dei suoi visitatori e di chi ci vive.

La particolarità di Sofia è quella di essere una città che non ha particolar voglia di avere l’attenzione dei riflettori puntati contro, ma è invece un luogo umile, che presenta le sue splendide opere architettoniche come piccole perle da scovare, mentre ci si perde tra i vicoli di essa.

Occorre infatti avere una mappa della città se si ha poco tempo per visitarla, perché spesso e volentieri mancano le indicazioni per raggiungere i vari monumenti. Questa caratteristica della città, la rende indubbiamente un po’ naïf, ma anche molto interessante e misteriosa e ciò crea specialmente nei viaggiatori meno “comodi”, la voglia di abbandonarsi all’avventura e setacciare in lungo e in largo questo luogo.

Tra le cose assolutamente da non perdere della città ci sono sicuramente gli edifici religiosi, che si snodano tra cattedrali, moschee e sinagoghe.

Questi luoghi dalle forme e colori mozzafiato, colpiscono per la loro maestosità e per il gusto artistico, che possiamo specialmente intravedere negli strepitosi affreschi che si trovano all’interno di questi edifici. Occorre sicuramente citare fra tutti questi luoghi di culto la Sinagoga, la cattedrale di Santa Domenica, la chiesa di San Giorgio, la chiesa russa di San Nicola e molto altro ancora.

Se ci si sposta invece nella parte del centro storico, si ha l’occasione di poter passeggiare tra le rovine della Serdika, la città antica, che si trova nella parte esterna della stazione metro. Vicino a questa zona, si trovano anche gli ex bagni termali di Sofia, che attualmente sono sede del museo storico della città. Nel centro della città poi vi sono numerosissimi edifici dedicati a ministeri, sedi istituzionali, banche, musei ecc.

Sofia, oltre al suo patrimonio culturale e artistico, offre ai visitatori anche un aspetto più commerciale, dedicato al mondo dello shopping e delle zone mercatali.

I mercati solitamente sono luoghi che ospitano per la maggiore i residenti di una città e non sono quasi mai mete turistiche ambite, ma la particolarità di questi sta nel fatto che mostrano il lato più autentico di un paese. Da non perdere dunque specialmente il Mercato delle Donne che si articola tra bancarelle di vario genere e dove ci si può perdere tra i colori e gli odori del luogo.